Come uscire da un kayak con le ginocchia malate

Come uscire da un kayak con le ginocchia malate
Tabella dei contenuti
    Aggiungi un'intestazione per iniziare a generare il sommario

    Mentre il kayak è uno sport di paddle divertente, come tutte le cose, ha anche alcuni aspetti difficili, uno dei quali è entrare e uscire da un kayak. Questi sforzi apparentemente banali non sono le cose più facili da raggiungere anche per i kayakisti perfettamente sani. 

    Quindi, se hai brutte ginocchia, è scontato che avrai difficoltà a entrare e uscire dal tuo kayak.

    Fortunatamente, negli anni sono stati inventati diversi consigli per rendere sopportabile la prova e rendere il più indolore possibile salire e scendere da un kayak, quindi non devi rinunciare al tuo sport preferito solo perché le tue ginocchia non sono forti come lo erano. 

    Oggi esaminiamo il kayak con le ginocchia malate e i suggerimenti che dovresti tenere a mente per rendere la tua esperienza il più confortevole possibile. Continua a leggere e ricorda, non devi rinunciare alle gioie del kayak a causa delle ginocchia malate.

    Come andare in kayak con le ginocchia malate

    Se sei una persona all'aria aperta con le ginocchia malate, potresti pensare che i tuoi giorni in kayak siano alle spalle. Ma mai paura! Ci sono modi per aggirare il dolore al ginocchio e tornare in acqua.

    Con un po' di impegno e creatività, puoi trovare un modo per andare in kayak con le ginocchia malate. Di seguito sono riportate alcune linee guida da seguire in caso di brutte ginocchia per rendere più facile il tuo calvario.

    Ottieni il consiglio del tuo medico

    Che tu sia un appassionato kayaker che ha recentemente iniziato a sentire dolore alle ginocchia o che tu abbia già le ginocchia malate e speri di intraprendere il kayak, dovresti prima di tutto visitare il tuo medico. 

    Il tuo medico sarebbe in grado di dirti quanto sono danneggiate le tue ginocchia e la probabile causa. Ti illuminerà anche sulle cose da fare e da non fare della tua situazione in modo che tu possa prenderti cura di te stesso.

    Se stai appena iniziando a sentire il dolore, visita il medico per evitare di peggiorare la tua situazione. E se hai intenzione di intraprendere il kayak con le ginocchia malate, lascia che il tuo medico ti istruisca sul modo migliore per farlo. 

    Pagaiare è un'attività faticosa e ottenere l'approvazione del medico può fare molto per rilassare la mente e assicurarti di essere in buona salute.

    Scegli il kayak giusto

    Dato che hai già brutte ginocchia, vivere una piacevole esperienza di kayak può dipendere molto dal tipo di kayak che scegli. 

    Mentre i kayak sit-in sono fantastici e ti proteggono dagli elementi, il loro design della cabina di pilotaggio chiuso non è il migliore per te, quindi ti consigliamo di utilizzare un kayak sit-on-top.

    Se sei un appassionato kayaker che ha appena sviluppato problemi al ginocchio, probabilmente puoi continuare a usare un kayak sit-in; è solo che il design della cabina di pilotaggio aperta dei kayak sit-on-top sarà più comodo per te poiché avrai più libertà di muoverti a tuo piacimento, il kayak ti sostiene, mettendo meno a dura prova le tue ginocchia; e, soprattutto, i kayak sit-on-top sono più facili da entrare e uscire.

    I kayak gonfiabili sono una buona scelta per qualcuno con le ginocchia malate?

    Tutto sommato, i kayak gonfiabili sembrano essere un'ottima scelta per un kayaker con ginocchia malate. Sono molto stabili, possono essere facilmente trasportati e immagazzinati e possono essere utilizzati in un'ampia gamma di condizioni dell'acqua. 

    L'unico difetto qui è che, a meno che non abbiano un pavimento sniffato, possono essere difficili da entrare e uscire, il che è un grosso problema per le persone con ginocchia malate.

    Il verdetto dipende quindi dalla gravità del tuo disagio. I kayak gonfiabili sit-on-top dovrebbero dare a qualsiasi kayaker con le ginocchia malate il meglio di entrambi i mondi, ma se sei ancora preoccupato per il disagio, puoi sempre prendere un kayak gonfiabile con un pavimento a caduta.

    Ottieni l'attrezzatura giusta

    Questo punto non può essere sottovalutato. Per sfruttare al meglio la tua esperienza di kayak e renderla il più confortevole possibile, dovresti procurarti l'attrezzatura giusta, anche se ciò significa che devi spendere di più. 

    Ottieni attrezzature di qualità, inclusi kayak, pagaia, sedile con schienale di supporto, ginocchiere e altre attrezzature importanti. Forse più importante che procurarsi l'attrezzatura giusta è sapere come usarla. 

    Assicurati di sfruttare al meglio la tua attrezzatura usandola correttamente e avrai un'esperienza di pagaiata piacevole.

    Fai esercizio di stretching

    Che tu ci creda o no, gli esercizi di stretching aiutano ad allentare i muscoli e questo renderà la tua esperienza di pagaiata più piacevole.

    Poiché la parte inferiore del tuo corpo sarà ferma per la maggior parte della tua avventura di pagaiata, spostarsi in seguito può essere piuttosto difficile, specialmente per le persone con ginocchia malate. 

    Noterai che gli esercizi di stretching ti aiutano a riscaldarti e a muoverti molto più facilmente dopo aver remato. Se è passato un po' di tempo dall'ultima volta che sei andato in kayak, assicurati di allungarti e riscaldarti prima di colpire l'acqua e le cose saranno più facili. 

    Se andrai spesso in kayak, coltiva l'abitudine di fare stretching ogni giorno prima e dopo la tua avventura di pagaiata e noterai che la tua coordinazione migliorerà con il tempo.

    Ottieni coaching o formazione

    Questo potrebbe non essere applicabile a te se sei un kayaker esperto che ha le ginocchia malate, ma se sei un principiante del kayak, prendere lezioni private da un kayaker esperto può fare molto per aumentare la tua sicurezza. 

    Molti istruttori di kayak hanno dovuto aiutare le persone con disabilità a godersi il kayak, quindi avranno l'esperienza e le conoscenze necessarie per aiutarti. 

    L'allenatore può aiutarti a scegliere l'attrezzatura migliore per te e praticare le tue tecniche di pagaiata sotto un occhio esperto è sempre un ottimo modo per migliorare le tue abilità.

    Scegli con cura i tuoi punti di decollo e atterraggio

    L'attenzione diventa la tua migliore amica se sei un kayaker con problemi al ginocchio e uno dei modi migliori per assicurarti un viaggio senza intoppi è scegliere saggiamente i punti di decollo e atterraggio.

    Assicurati di lanciare sempre il tuo kayak in acque poco profonde, lontano dal traffico della barca, per evitare di essere colpito da nessuno. Assicurati che il tuo punto di partenza non sia lontano dal tuo veicolo e, in tal caso, assicurati di utilizzare a carrello per kayak per rendere le cose il più facili possibile per te. 

    Il tuo punto di partenza dovrebbe anche essere facilmente accessibile agli altri in acqua in modo che possano darti una mano facilmente se hai bisogno di aiuto.

    Solleva le gambe durante la pagaiata

    Anche le persone in perfetta salute sperimentano un irrigidimento dei muscoli quando mantengono una posizione per un lungo periodo di tempo e una corrispondente difficoltà quando cercano di muoversi, quindi chi ha le ginocchia malate può aspettarsi un calvario peggiore.

    Quando vai in kayak, in genere ti siedi e lasci le gambe in posizione mentre remi. Il risultato è che il sangue può accumularsi intorno alle ginocchia e ciò rende spiacevole l'esperienza quando sei pronto per uscire dal tuo kayak, in particolare se hai le ginocchia malate.

    Fortunatamente, puoi risparmiarti questa prova sollevando le gambe mentre remi e impedendo al sangue di accumularsi attorno alle ginocchia, o almeno riducendo la quantità di sangue che si accumula intorno alle ginocchia. 

    Puoi sollevare le gambe semplicemente mettendo un drybag, uno zaino o un altro oggetto morbido sotto le ginocchia mentre remi e te ne sarai grato quando arriverà il momento di uscire dal tuo kayak.

    Non sovraccaricarti

    Un ottimo modo per assicurarsi che tutto vada bene alla fine della giornata è conoscere i propri limiti e non superarli. Ciò implica la regolazione della distanza in kayak in ogni viaggio. 

    Più lunga è la distanza che remi, maggiore è la tendenza a finire con le ginocchia rigide alla fine della giornata, quindi assicurati di sapere cosa stai facendo.

    Se sei un appassionato kayaker che ha sviluppato problemi al ginocchio, puoi iniziare a misurare i tuoi limiti andando in kayak per metà della distanza che faresti normalmente e continuare a spingere i limiti un po' alla volta in modo da sapere quanto tempo è sicuro da dedicare sull'acqua e attaccarlo.

    Se sei un principiante del kayak e hai problemi alle ginocchia, ti consigliamo di fare kayak con un kayaker esperto per un po' in modo da poter scoprire i tuoi limiti in un ambiente controllato.

    Parte del non spingerti troppo forte è raccogliere con cura il corpo d'acqua in cui vai in kayak. Questo potrebbe essere difficile per alcune persone, kayaker particolarmente esperti che sono abituati a navigare nelle rapide delle rapide. 

    Anche se non devi rinunciare del tutto alla tua passione, cerca di essere cauto ricordando che i tuoi problemi al ginocchio significano che potresti non essere in grado di portare a termine con successo alcune delle manovre audaci che potresti una volta e agire di conseguenza. 

    Il kayak può essere praticato anche in acque calme, ed è inutile mettersi a rischio inutilmente.

    Non esitare a chiedere aiuto

    Avere brutte ginocchia fa schifo, soprattutto quando inizi a avvolgere la testa intorno al fatto che non sarai più in grado di fare molte cose facilmente come una volta. 

    Questo può essere opprimente, in particolare se stai andando in kayak in un luogo senza volti familiari e tenerti per te indipendentemente da ciò che accade potrebbe sembrare l'opzione più sicura.

    Ti sto dicendo ora che il tuo orgoglio non vale la tua sicurezza. È molto ammirevole che tu non abbia lasciato che i tuoi problemi al ginocchio si frapponessero tra te e il tuo sport preferito. 

    Quindi fai quel passo successivo di coraggio e chiedi aiuto ogni volta che ne hai bisogno. Anche se tutti quelli che incontri potrebbero non essere del tutto amichevoli, troverai sicuramente qualcuno che sarà felice di aiutarti. 

    Inoltre, non hai lasciato che le ginocchia sbagliate ti facessero abbandonare il kayak, quindi perché dovresti lasciare che l'orgoglio abbia la meglio su di te? Fatti un favore e chiedi sempre aiuto quando ne hai bisogno.

    Come entrare in un kayak con le ginocchia malate

    Come entrare in sicurezza in un kayak è un'abilità che tutti i kayakisti dovrebbero padroneggiare, in particolare quelli con problemi al ginocchio. Questo perché non dovrai preoccuparti di scendere da un kayak se non sei in grado di entrarci in primo luogo. 

    Per coloro che hanno problemi al ginocchio per entrare in sicurezza nella loro moto d'acqua e godersi lo sport che amano, di seguito viene fornita una linea guida passo passo per entrare in un kayak. 

    1. Trova un punto di lancio appropriato in acque poco profonde. L'acqua dovrebbe essere profonda fino alle ginocchia o metà della lunghezza della pagaia.
    2. Posizionare il kayak perpendicolarmente alla sponda o alla battigia.
    3. Raggiungi entrambi i lati del kayak e posizionati a pochi centimetri davanti al sedile.
    4. Ora getta una gamba sopra il tuo kayak in modo da metterti a cavallo con un piede a terra su ciascun lato.
    5. Successivamente, devi mantenere il kayak in posizione per aiutare a mantenere l'equilibrio. Puoi farlo da solo tenendo i lati dello scafo, o meglio ancora, puoi convincere qualcuno a tenere il kayak fermo per te.
    6. Ora, a seconda del lato del kayak su cui ti trovi, puoi abbassarti sul sedile dietro di te o scivolare in avanti nel sedile del kayak.
    7. Quindi, usi le braccia per sollevare le gambe da terra e inserirle nel kayak.
    8. Ora puoi spingerti al largo con la pagaia e goderti la tua avventura.

    Come uscire da un kayak con le ginocchia malate

    Dopo essere entrato con successo nel tuo kayak e remare a tuo piacimento, è tempo di uscire dal tuo kayak e affrontare il resto della giornata. 

    Sapere come uscire dal kayak in sicurezza è molto importante se hai problemi alle ginocchia, poiché qualsiasi mossa sbagliata potrebbe esercitare una pressione non necessaria sulle ginocchia e metterti in un mondo di dolore.

    Alcuni metodi di uscita per semplificarti la vita sono spiegati di seguito, quindi continua a leggere e scegli quello che funziona meglio per te. Ricordarsi di praticare le tecniche di uscita in condizioni controllate prima di sceglierne una e di doverla eseguire in tempo reale.

    L'uscita delle acque poco profonde

    Come suggerisce il nome, questa tecnica di uscita avviene in acque poco profonde, quindi è necessario astenersi dal lasciare che la prua del kayak raggiunga la battigia o la sponda. 

    La profondità dell'acqua dovrebbe essere compresa tra 6 e 12 pollici e puoi misurarla con la tua pagaia (puoi segnare la distanza richiesta con un pennarello indelebile o altra sostanza in anticipo). 

    Una volta che tutto è verificato, fai oscillare le gambe su entrambi i lati del kayak (non importa da quale lato), quindi ruota il corpo finché non sei perpendicolare al kayak.

    Successivamente, ti muovi verso il bordo del kayak e puoi usare la pagaia come supporto o lasciarla cadere e spingere il kayak per alzarti in piedi. 

    Dato che eri già seduto in acque poco profonde, alzarti in piedi diventa più facile e avverti meno sforzo.

    L'uscita di nuoto

    Come suggerisce il nome, questa tecnica di uscita richiede di fare una nuotata, quindi dovresti usarla solo nelle giornate calde o quando non ti dispiace bagnarti. La tecnica si svolge in acque poco profonde che sono circa fino alla vita, cioè circa la metà della lunghezza della vostra pagaia. 

    Poiché la tecnica richiede una nuotata, assicurati che il tuo giubbotto di salvataggio sia ben indossato e che l'acqua sia priva di ostacoli. Non vuoi farti male adesso.

    Successivamente, devi far rotolare il tuo corpo fuori dal kayak e nell'acqua. In altre parole, capovolgi la nave, quindi fai una nuotata. 

    Dato che sei in acque poco profonde, sarai facilmente in grado di trovare il terreno con i piedi, quindi potrai alzarti in piedi con uno sforzo notevolmente inferiore per le gambe. 

    Ancora una volta, puoi usare la tua pagaia come supporto se desideri rendere più facile il processo in piedi. 

    Srotolare correttamente il kayak senza ferirsi richiede un'adeguata conoscenza dell'uscita bagnata, quindi assicurati di rispolverare prima di provare questa tecnica. Puoi quindi spingere il tuo kayak a riva.

    L'aiuto di un amico Exit

    Se sei andato in kayak con un amico con le ginocchia migliori e non vuoi bagnarti, allora questa tecnica di uscita fa per te. Il metodo prevede la pagaiata con maggiore velocità man mano che ci si avvicina alla riva, in modo tale che una parte dello scafo poggi sulla terraferma. 

    Quindi, fai cadere la pagaia e fai oscillare le gambe su entrambi i lati del kayak, in modo da essere perpendicolare alla nave. Ora chiama il tuo amico e aspetta pazientemente il suo arrivo. 

    Una volta che il tuo amico arriva, dovrebbe assumere una posizione stabile con i piedi larghi e le ginocchia piegate. Dovresti quindi tenerti gli avambracci l'uno dell'altro e fare il conto alla rovescia insieme per sincronizzare i tuoi movimenti. 

    Quando sarete entrambi pronti, il vostro amico vi solleverà e non vi libererà finché non sarete sicuri di non perdere l'equilibrio.

    Poiché la maggior parte delle spiagge e delle coste sono inclinate, ci sarà più sforzo sul ginocchio in discesa quando esci dal kayak, quindi assicurati che il tuo ginocchio buono sia quello in discesa.

    Supponiamo, ad esempio, che il tuo ginocchio destro sia peggiore del sinistro, vorrai uscire dal kayak da sinistra in modo che il tuo ginocchio sinistro subisca lo sforzo maggiore e viceversa.

    L'uscita strisciante

    Questo metodo dovrebbe essere la tua ultima risorsa. Proprio come nel metodo precedente, guadagni slancio quando ti avvicini alla costa, in modo tale che una parte dello scafo sia sulla riva, e fai oscillare le gambe su un lato della nave. 

    Ora, se riesci a gestirlo, metti le mani sul lato dello scafo e le usi come supporto mentre ti alzi lentamente in piedi. Se il tuo problema al ginocchio non è così grave, dovresti essere in grado di gestirlo. Ma se è il contrario, allora uscirai strisciando dal kayak, come suggerisce il nome della tecnica.

    Una volta che sei seduto perpendicolare al kayak e i tuoi piedi sono su un lato del kayak, ti rotoli verso la riva in modo tale che la tua pancia sia sul tuo kayak in una posizione simile a quella di qualcuno che è caduto dal suo kayak e semplicemente si è tirato indietro.

    Quindi, fai delicatamente il backup su mani e ginocchia e strisci fino a un punto in cui puoi stare facilmente in piedi. Sebbene questo metodo dia spettacolo a coloro che ti circondano, è innegabile che riesca a portare a termine il lavoro, soprattutto se non c'è un volto familiare in giro e non vuoi chiedere aiuto. 

    Detto questo, devi semplicemente chiedere aiuto a qualcuno e non dovrai allestire uno spettacolo. Mentre alcune condizioni mediche possono impedirti di provare le gioie del kayak, a parte i casi estremi, le ginocchia malate non fanno questa lista. 

    Rendere il tuo calvario il più confortevole possibile, tuttavia, dipende da te, quindi assicurati di peccare per eccesso di cautela. Impiega pratiche di kayak sicure e non superare i tuoi limiti e andrà tutto bene.

    Ciao! Ottieni il primo scoop! 🥏

    Inviamo fantastiche e-mail e promettiamo di non spammare la tua casella di posta! Unisciti alla nostra lista di e-mail per ricevere l'ultimo scoop di guide e recensioni sugli sport acquatici!

    it_ITItaliano

    Mettilo su Pinterest

    Condividi questo con gli amici

    Salta al contenuto